Spagna: denunciano canile, italiani arrestati

be50af6fc057e40d5a84cc5d18cb3871.jpg986bfe1ee9ec64f72d17ab912643bdbd.jpgAnna Fiori e Simone Righi, sono due ragazzi di Ferrara che l’estate scorsa si recano in Spagna e decidono di portare con se i loro tre cani.Giunti a Cadiz (Andalusia), dovendo partecipare a una fiera (dove purtroppo naturalmente è vietato l’accesso ai cani) decidono di lasciare i loro quattrozampe in una pensione.Non conoscendo la città si rivolgono al Comune di Cadiz, che consiglia loro di lasciarli in custodia a pagamento, al canile di Puerto Real. I due sono indubbiamente ignari del fatto che l’impresa si spacci per “Associazione protezione animali” ma in realtà sia già al centro di numerose denunce. Gli ambientalisti sostengono che in tale canile vengono raccolti annualmente migliaia di cani e gatti, ai quali viene indiscriminatamente iniettato un paralizzante muscolare che li conduce lentamente alla morte. Compito ricoperto dall’impresa è anche quello di offrire un servizio di pensione canina. Tre giorni dopo aver lasciato in custodia i loro animali, Anna e Simone, sono andati a riprenderli ma ad attenderli hanno trovato una macabra sorpresa. Dei tre cani, ne hanno trovato solo uno, Holly, conservato in un congelatore, e gli altri due…spariti! Probabilmente gia cremati insieme agli altri cadaveri. I due ragazzi denunciano il canile e attendono che venga fatta giustizia. Il 7 ottobre, davanti al Comune di Cadiz, si tiene una manifestazione regolarmente autorizzata e indetta da alcune associazioni animaliste, per la chiusura del canile-lager, alla quale partecipano circa 2.000 persone, tra cui Anna e Simone. Simone si trova alla testa del corteo (che sta manifestando in modo pacifico senza crear alcun tipo di disordine) quando improvvisamente, nei pressi di una piazza centrale della città, parte la carica della Guardia Civil. “Simone è stato picchiato davanti ai miei occhi, lo hanno preso in 5 e lo hanno picchiato, era pieno di sangue, lo hanno caricato sulla macchina della Guardia Civil e portato via, da allora non l’ho più visto. Il governo italiano deve intervenire”. Emilianet  Il sito di denuncia e solidarietà per Simone

Spagna: denunciano canile, italiani arrestatiultima modifica: 2007-10-26T23:25:00+02:00da controcontro
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Spagna: denunciano canile, italiani arrestati

  1. (…)è stata notificata ad Anna la citazione per “attentato alle autorità” (SIC !!!) perchè un gorilla della sindachessa di Cadiz ha dichiarato (testuale) “di evere avuto l’impressione che Anna volesse aggredire la Sindachessa”(…)
    (…) La stessa cosa vale per Simone: il gorilla ha “avuto l’impressione” che volesse aggredire la sindachessa.(…)

    certo che questi sono dei validi motivi!
    in un paese dove esiste la corrida e massacrano i cani galgos mi posso aspettare questo e altro !!

  2. Questa è un’altra perla da aggiungere alla già lunga collana di barbarie perpetrate dalla “civilissima” Spagna…
    Da anni sono dell’idea di boicottare tutto ciò che è spagnolo. Quel popolo non merita nulla… e mi sembra che tutto questo si possa legare a quanto accade in Sud America, guarda caso anche quell’area di lingua spagnola.
    Non è bello fare 2+2, ma anche questa volta il risultato è 4!

I commenti sono chiusi.